Sutri

Sutri è un piccolo borgo fortificato che sorge su un imponente rilievo di tufo che domina la via Cassia. Le sue origini sono molto antiche e presenta evidenti testimonianze del suo passato. In epoca romana è stata, assieme a Nepi, la prima colonia di diritto latino di Roma. Nel medioevo raggiunge una grande importanza perché controlla la via di accesso a Roma.

Parco Regionale Naturale Antichissima Città di Sutri

L’Area Protetta si sviluppa su 7 ettari, principalmente su di un acrocoro tufaceo; nella parte sommitale è ubicata Villa Savorelli (sede del Parco) mentre nella parte di fondovalle, nel tratto a ridosso del centro urbano di Sutri, sono visibili l’ Anfiteatro, la Necropoli e la Chiesa della Madonna del Parto (Mitreo).

L’anfiteatro romano è costruito in tufo e risale ad un periodo compreso tra la fine del II secolo ed il I secolo. Similmente al Colosseo mostrava un coronamento finale con diverse strutture decorative (nicchie, statue, colonne) oggi parzialmente conservate. La pianta è di forma ellittica ed è composta da tre ordini di gradinate, potendo contenere al suo interno oltre 9000 persone.

La chiesa della Madonna del Parto risale al XIII-XIV secolo ed è interamente scavata nel tufo, tanto che esternamente non vi è niente che riveli la presenza di una chiesa. Studi archeologici ipotizzano che in origine questo ambiente ipogeo, esclusa la zona absidale più recente, fosse un luogo di culto del dio Mitra, risalente al I-II secolo. Nel pavimento si trova ancora il fonte battesimale dove con un battesimo d’acqua si iniziavano i credenti ai Misteri del Culto.Completamente ipogea, la chiesa presenta: un vestibolo d’ingresso, a pianta quadrata, ove sono visibili affreschi che raffigurano la Madonna e Santi, San Cristoforo, e vicende legate alla vita di San Michele del Gargano; un ambiente principale, a pianta rettangolare a tre navate, suddiviso da dieci pilastri per lato; la navata centrale ha un soffitto a volta a botte; le navate laterali, larghe circa 1 metro, hanno soffitto piano, e sono percorse nel perimetro esterno da una banchina scavata nel tufo; la zona absidale, a pianta rettangolare, con resti di affreschi raffiguranti la Natività.

La Gismonda

Anfiteatro romano

Santa Maria del Parto

Parco Regionale Naturale dell'Antichissima Città di Sutri

Sutri

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi